loading
News

mercoledì 25 marzo, 2020

GRAZIE FRANCESCA! a te e a tutti i tuoi colleghi infermieri e medici

GRAZIE FRANCESCA! a te e a tutti i tuoi colleghi infermieri e medici

E’ con il cuore pieno di emozione e gratitudine che pubblichiamo questa testimonianza ricevuta da una cara amica ciclista e socia ma soprattutto infermiera professionale presso il presidio ospedaliero di Rieti.
Lo facciamo per rendere ancora una volta omaggio e profonda gratitudine a queste persone che si adoperano con sacrificio per il bene comune. Sentimenti ancor piu’ vivi in questo caso perché stiamo parlando di una ciclista come noi e, aggiungiamo, una grande ciclista, che sta dedicando tutto il suo tempo a chi ne ha disperatemente bisogno .
Il suo nome è FRANCESCA PERSI, a Lei ci sentiamo tutti noi di renderLe omaggio con la nostra gratitudine; profondamente orgogliosi di avere nella nostra comunity una Persona cosi’ speciale: GRAZIE FRANCESCA! 🙂
L’augurio, per tutti, è che arrivi presto il giorno in cui, insieme a Te, ci ritroveremo a pedalare in quella che sarà una stupenda giornata .

" Salve presidente!! Sono Persi Francesca,una tua socia nonché umile ciclista della provincia di Rieti! E soprattutto INFERMIERA DEL REPARTO COVID19 CHE C'È NEL NOSTRO OSPEDALE!! Quando entri dentro alla stanza di un paziente sospetto o positivo al covid-19 hai mille pensieri: alle persone che hai a casa ...figli ,genitori anziani ..e cerchi di essere più professionale possibile di Non dimenticare nulla e soprattutto di non sbagliare niente perché non puoi Né contagiarti né pensare di poter contagiare gli altri per qualche tuo errore e soprattutto non puoi rientrare nella stessa stanza più volte ...quindi bisogna fare tutto (ogni procedura e manovra ) per risparmiare più possibile il materiale sanitario e Kit di protezione individuale perché scarseggiano!! C'è anche da considerare oltre al tempo che scorre perché non esiste più quando sei lì dentro quel povero paziente che comunque è una persona come tutti noi e si sente solo, abbandonato, stress e ansia Ed in più malessere febbre e crisi respiratorie! Un povero paziente che aspetta quei pochi minuti che trascorri lì con lui/lei.....gli dai tutte le tue parole rassicuranti... lo cambi...fai l'igiene...lo imbocchi se serve....poi riprendi tutto....e non devi dimenticare nulla... non si può rientrare!!! Troppi pochi kit... quindi bisogna ottimizzare il materiale ed il tempo.... non ti sei reso conto che intanto il tempo scorre.....tra un positivo e l'altro ti alterni... e fai tutto...
L'unica cosa che senti scorrere sono le goccioline di sudore sotto il camice idrorepellente e la maschera....non il tempo... non scorre... non lo noti più... quando esci da lì tiri un sospiro di sollievo ti chiedi se hai fatto tutto e per tutti quei poveri pazienti e soprattutto se hai fatto tutto in sicurezza! Mi scusi per lo sfogo di una semplice infermiera italiana ma anche umile ciclista che spera un giorno di poterle stringere la mano Quando tutto sarà finito! Spero a presto e pregate per noi sanitario che a casa Abbiamo figli e famiglia siamo grandi Combattenti non per lavoro ma per devozione, Almeno io! Un abbraccio per email.
Ciclista e infermiera del covid19
Persi Francesca
"

ACCEDI/ASSOCIATI
ACCESSO SOCIO CICLISTA
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi
ACCESSO SOCIO ORGANIZZATORE
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi