loading
02 ottobre 2021

ARI NON E' RESPONSABILE DELLE INFORMAZIONI PUBBLICATE SU QUESTA PAGINA, IL CUI CONTENUTO E' AUTONOMAMENTE GESTITO DALL'ORGANIZZATORE DELL'EVENTO.

Viaggio nei Luoghi dell'Anima

Distanza

298 km

Dislivello

3000 - 4000 metri

Tempo massimo

20 ore

Dove

San Zaccaria (RA)

Contatti

3492136654
E-mail

Partenza

20:30 - 21:00

Omologazione

BRM/ACP

300 KM

Servizi

Iscrizioni

dal 24/08/21 al 29/09/21

Quota di iscrizione

Online: 30.00 €
Online Soci ARI: 27.00 €

ATTENZIONE!!! 

IL PERCORSO SU OPENRUNNER E' DEFINITIVO!

LA PARTENZA/ARRIVO SARA' PRESSO IL

CIRCOLO ARCI

VIA BECCHI TOGNINI EST, 6

SAN ZACCARIA (RA)

48125

 

 

1 RISTORO AL KM 105 (Ristorante Italo - Gualdicciolo)

1 RISTORO AL KM 235 (Ristorante Ponte Giorgi - Bivio Montegelli)

ALL'ARRIVO POLENTA E BEVANTE OFFERTE A TUTTI I PARTECIPANTI!

 

PRESENTARSI:

  • DISTANZIATI

  • CON MASCHERINA OBBLIGATORIA

  • E AUTOCERTIFICAZIONE COVID

 

SABATO 02 OTTOBRE ALLE ORE 19:00 CI SARA' IL BRIEFING E

LA CENA PER I PARTECIPANTI (PIZZA + BEVANDA A 10€) SOLO SU PRENOTAZIONE (al numero 3492136654)

 

 

 

MODIFICHE E MIGLIORAMENTI RISPETTO ALL'EDIZIONE DEL 2020

Dopo il paese di Senatello, al km 175 circa si arriva ad un bivio.

Nell'edizione 2020 si girava a sinistra verso Capanne. Non era certo una soluzione piacevole, sia per l'esposizione al vento, sia per la qualità dell'asfalto, pieno di crepe e buche. Questa scelta era obbligata a causa di una frana nella strada opposta.

La riapertura (a metà maggio) del tratto di strada in località Verghereto, permetterà di evitare la parte che da Senatello porta a Capanne, senza aggiungere dislivello e con un asfalto decisamente migliore. Al bivio quindi si girerà a destra in direzione Le Balze/Verghereto.

 

 

Intervista all'organizzatore (2020)

Partiamo dal nome della Randonnée?

È un percorso dedicato ai 100 anni dalla nascita di Tonino Guerra, si visitano luoghi dove sono state installate alcune sue fontane, opere d’arte, addirittura due tombe, i posti dove è nato e dove ha scelto di vivere. Lui li definiva luoghi per fermare la nostra fretta e aspettare l’anima.

Da dove è nata l’idea?

L’idea non è mia, ma dell’amico Romano Dellamore, col quale abbiamo già percorso quasi tutto questo viaggio. Il titolo completo è: Viaggio Nei Luoghi Dell'Anima (e Dellamore) È un progetto che mi è piaciuto molto perché cerco sempre di realizzare eventi e percorsi che raccontino una storia e non semplicemente segmenti di strada.

Morfologia del percorso?

Duro, troppo duro!

Spiegati meglio?

La mia stesura iniziale del percorso era talmente difficile che ho dovuto modificala (mio malgrado). I luoghi da visitare non hanno una distribuzione omogenea lungo i 300 km, ma in alcuni casi sono molto ravvicinati. Ciò comporta che ci siano parti di totale pianura alternate ad altre in cui è il dislivello a farla da padrone. Anche dopo le modifiche resta una randonnée molto esigente.

È una randonnée extreme?

No, non lo è! A patto di conoscersi molto bene.  La prima parte tocca molte località di mare, è una parte molto scorrevole, occorre a volte limitarsi per evitare di consumare energie in eccesso. Dopo i primi 70 km circa si inizia ad abbandonare la riviera, l’entroterra diventa più nervoso. Ho cercato di allungare i tratti di trasferimento tra una salita e l’altra. Ciononostante per i successivi 110 km circa bisognerà gestire le forze. Inoltre si andrà oltre i 1100 metri ad inizio ottobre, in orari notturni. La terza parte conceda una bella parte in discesa ma riserva ancora almeno 3 salite che seppur corte hanno pendenze elevate. L’ultimissima parte, spesso presenta vento contrario.

Perché notturna?

Trovo che la notte renda più suggestiva la visione di alcuni di questi luoghi.

La parte del lungomare?

Ho testato la fattibilità di questa parte in notturna durante uno degli eventi più popolati della riviera: La Notte Rosa. Sicuramente ad ottobre non ci sarà così tanta affluenza, ma ero interessato a valutarne la percorribilità durante la condizione più critica.

Condizione delle strade?

Come la vita! A volte buona, altre volte meno!

Scherzi a parte, ho cercato le alternative meno rovinate e queste hanno condizionato anche la scelta di un percorso piuttosto che un altro, a volte è bastato utilizzare una strada parallela, in altri casi ho dovuto deviare verso altre zone. In alcuni casi questo processo non è stato possibile, mi riferisco ad alcuni tratti di riviera come la parte da Cervia a Pinarella (tutte le alternative presentavano le medesime caratteristiche di asfalto rovinato), oppure la strada che porta a Petrella Guidi, un paese che avrà 30 abitanti, quindi vi lascio immaginare l’interesse che ci può essere a riasfaltare periodicamente quel tratto di strada. La zona più rovinata (e ne sono consapevole) è quella dalla fine della salita di Senatello. Quando pensi di aver finito la salita, la strada che porta a Capanne presenta crepe e buche continue, quindi non ci si può rilassare anche se inizia la discesa.

Sono presenti semafori?

Si soprattutto nella parte iniziale. Se è verde attraversate. Se è rosso o arancione, FERMATEVI!

Sono presenti rotonde?

Si, molte nella parte in riviera. Non siete immortali, prestate attenzione, e rispettate le regole del codice della strada. Siate sempre vigili. Anche se avete la precedenza, meglio dare un occhio in più e non rischiare. Inoltre possono essere presenti anche molti dossi che se affrontati senza la dovuta cautela possono farvi cadere. Nel tratto da Torre Pedrera fino a Rimini, sul lato destro i tombini erano molto rialzati, ma credo che per ottobre quella parte verrà riasfaltata portandoli a livello col manto stradale.

Come è andata la simulazione?

Trovo non sia sufficiente aprire un programma al computer e sviluppare un itinerario, preferisco valutarlo sul campo. Come dicevo, ho percorso il viaggio ad inizio agosto, di notte, col meteo favorevole. Non avevo portato con me abbigliamento da pioggia, e la bici era relativamente leggera (in realtà la mia non lo è mai). La presenza costante di fontane in Romagna e di locali che sono aperti fino a tarda notte sicuramente non guasta. Ci ho messo circa 18 ore facendo foto, prendendo appunti per le modifiche o le criticità che rilevavo e condendomi un’ora e venti di pennichella su di una confortevolissima panchina. Per l’evento di ottobre saranno predisposti, in locali pubblici, 2 controlli obbligatori indicativamente al km 100 e al km 220 (forse anche un terzo, ancora da individuare). Se non avrò troppo sonno, magari anche un controllo segreto (risata malefica).

Organizzare al tempo del Covid?

Perché organizzo quando molti hanno preferito rimandare a tempi migliori? Perché è una cosa che mi appassiona. Perché occorre dare speranza. Occorre organizzare nel miglior modo possibile per far vivere un’esperienza piacevole. Ovviamente nei momenti comuni ci vorranno le precauzioni che tutti conosciamo e che mi auguro tutti rispetteranno, ma per il resto chiunque percorre lunghe distanze è consapevole che sarà in completa autonomia.

Ultime considerazioni e consigli

Non sono solito dare consigli, ognuno conosce (o almeno crede di conoscere) ciò che è meglio per sé.

In Giappone esiste una parola che mi veniva ripetuta spesso, GAMBATTE (che io traducevo per assonanza con COMBATTI), è un termine che ha molti significati, ma indica sempre un processo attivo per cercare di superare le difficoltà, per dare il meglio di sé.

Questo mi sento di consigliare: FATE DEL VOSTRO MEGLIO!  

MODALITÀ ISCRIZIONI ON-LINE del ciclista

 

Socio ARI

Il ciclista socio ARI, dopo essersi "loggato" viene riconosciuto dal server ARI che verifica che la data della visita medica depositata in DataHealth sia valida nella data del Brevetto (se fosse scaduta gli chiede di aggiornarla) e gli permette di iscriversi immediatamente, senza dover inserire i propri dati, procedendo al pagamento della quota di iscrizione scontata.


Non socio ARI

ARI e gli Organizzatori associati utilizzano il servizio DataHealth per la verifica e l’archiviazione dei certificati medici. 

Il sistema, prima di aprire la scheda iscrizioni chiede di inserire il proprio CODICE FISCALE per verificare su DataHealth se sei registrato e hai la visita medica valida. Si presentano perciò due casi:

- IL SISTEMA TROVA VISITA MEDICA VALIDA su DH Sei certificato perché a suo tempo hai già fatto la procedura di inserimento in DataHealth per un precedente Brevetto ARI o per una GF che lo aveva richiesto. Quindi PUOI PROCEDERE > si apre la scheda iscrizioni da compilare.

IL SISTEMA NON TROVA LA VISITA MEDICA VALIDA > NON sei certificato in DataHealth.
Per iscriverti ONLINE a questo o ad altri brevetti ARI.

  • dovrai registrarti e depositare il tuo certificato medico di idoneità in DataHealth con pagamento del costo servizio a DataHealth (2,80€)
  • oppure potrai decidere di diventare socio ARI (la procedura richiede un paio di giorni, vedi modalità e opportunità a questo link. In questo caso il costo per il deposito della visita medica è compreso nella quota associativa ARI di 10€) 

Resta comunque la possibilità di iscriverti sul posto portando la visita se l’organizzatore accetta questa modalità. 

Dopo aver caricato, comunque, la propria visita medica valida sul portale DataHealth, e e aver ricevuto da questi conferma di validazione (solitamente entro 24 ore) il Ciclista, rientrando nella scheda iscrizioni, POTRÀ PROCEDERE ALL’ISCRIZIONE: inserito il proprio codice fiscale, il server ARI verifica in DataHealth e a validazione avvenuta apre la scheda iscrizioni da compilare.

NOTE:

- I certificati ritenuti validi per legge per partecipare ad un BREVETTO Randonnée (distanze superiori a 70km o con dislivello medio superiore all 1% o con salite superiori al 6%) sono: CERTIFICATO MEDICO AGONISTICO PER IL CICLISMO o CERTIFICATO MEDICO PER ATTIVITÀ AD ALTO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE.

- Ovviamente, una volta caricato il proprio certificato medico su DataHealth non è più necessario ripetere la procedura per l’iscrizione ad altri Brevetti ARI.

- DATAHEALTH ha 24 ore (max 48h) per validare il certificato, quindi il ciclista resterà evidenziato nell’elenco iscritti come "ATTESA DI VALIDAZIONE" fintanto che il server ARI non riceve anche questa conferma.

- Il ciclista che si registra in DataHealth riceve, insieme alla mail di conferma di validazione del suo certificato, il QRcode contenente tutti i dati del certificato e l’attestazione di avvenuta validazione da parte di DataHealth. (vedi dettaglio)  Pertanto, qualsiasi organizzatore che utilizza il servizio DH con un semplice smartphone dotato di lettore di QRcode può verificare il possesso del requisito previsto.

ACCEDI/ASSOCIATI
ACCESSO SOCIO CICLISTA
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi
ACCESSO SOCIO ORGANIZZATORE
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi