loading
News

lunedì 06 aprile, 2020

Testimonianze di operatori sanitari (nostri randonneurs) dall'Ospedale di Eboli

Il modello ospedaliero come da noi pensato e costruito nel corso degli anni è in crisi

Testimonianze di operatori sanitari (nostri randonneurs) dall'Ospedale di Eboli

L’emergenza covid19 ha messo in crisi il modello ospedaliero come da noi pensato e costruito nel corso degli anni. Nuovi modelli organizzativi definiti su percorsi “ sporco/pulito per aree di contaminazione si stanno affermando per contenere e ridurre al minimo il contagio del personale sanitario e dei pazienti ricoverati x altre patologie. Competenze specifiche quali quelle degli infettivologi per i percorsi e le terapie antivirali, degli pneumologi per la ventilazione e la terapia con ossigeno ad alti flussi e dei rianimatori per la ventilazione invasiva stanno sperimentando modelli di collaborazioni integrati nelle aree covid 19 impensabili fini a qualche tempo fa e soprattutto con risultati straordinari che stanno a dimostrare le capacità di reggere del sistema sanitario italiano. Anche al PO Maria Santissima di Eboli (SA) abbiamo costituito un Equipes di Pneumologi interventisti, trasformati con corsi accelerati in intensivistici con infettivologi e rianimatori abbiamo costituito una unità Covid19 di cui fanno parte tre ciclisti .

Un lavoro intenso con poche soste di gruppo nello spirito dei randagi "ne forte ne piano ma sempre più lontano” per riportare tutti i nostri pazienti tra l’affetto dei loro cari.

Dr. Damiano Capaccio pneumologo ospedale di Eboli e Randonneur

con i colleghi di lavoro Dr. Francesco Migliorino e l'infermiere Cosimo Cuomo entrambi Randonneur

ACCEDI/ASSOCIATI
ACCESSO SOCIO CICLISTA
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi
ACCESSO SOCIO ORGANIZZATORE
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi