loading
Campionato Italiano strada
09 maggio 2021

ARI NON E' RESPONSABILE DELLE INFORMAZIONI PUBBLICATE SU QUESTA PAGINA, IL CUI CONTENUTO E' AUTONOMAMENTE GESTITO DALL'ORGANIZZATORE DELL'EVENTO.

Randonnèe Città di Morolo

Distanza

200 Km

Dislivello

2000 - 3000 metri

Tempo massimo

13,3 ore

Dove

Morolo (FR)

Contatti

3389529858
E-mail

Partenza

07:30 - 08:00

Omologazione

BRI/ARI

200 Km

Servizi

Iscrizioni

dal 15/02/21 al 07/05/21

Quota di iscrizione

Online: 10.00 €
Online Soci ARI: 9.00 €
Il giorno del brevetto: 10.00 €

NON si ACCETTANO ciclisti non tesserati
Per l'iscrizione online viene comunque richiesto a tutti di avere depositato il Certificato medico in Data Health (vedi dettaglio)

Diaro di viaggio

Partenza dalla piazza Ernesto Biondi dell’omonima cittadina di Morolo. Passato lo striscione di partenza ci si dirige verso Nord in direzione Sgurgola. Scesi di qualche metro di quota dal paese si prende dopo circa 1,3km la Strada Provinciale Pedemontana dei Monti Lepini. Si giunge al cimitero di Sgurgola arroccato appena fuori dal paese su una salita molto cattiva che noi per fortuna percorreremo in discesa. Si scende. Ci troviamo dopo 6km nel centro di Sgurgola tra brevi tratti di san pietrini e antiche botteghe. Se avete dimenticato di riempire le borracce è il momento di farlo alla fontana che troverete nella piazza con ampio parcheggio del paese. Prendete la presa bassa del manubrio e iniziate la breve discesa dall’abitato. Terminerà dopo 10km con un incrocio in cui bisognerà svoltare a sinistra verso SP Villamagna. Attenzione a non prendere troppa velocità altrimenti si rischia di non notarlo e di arrivare alla rotonda. Villamagna è una strada di facile percorrenza e rotta, incontriamo solo un leggero bivio al km 12 circa in cui bisognerà proseguire a destra su strada principale. Terminata Villamagna si arriva al ponte che ci permette di scavalcare il sottostante fiume Rio Conserva. Passato il ponte si gira a sinistra e si prosegue su Via Provinciale dei Lepini. Dopo un breve rettilineo arriviamo all’incrocio della Carpinetana ed iniziamo la scalata verso Carpineto Romano. Salita molto altalenante che avrà i suoi strappi più aspri nell’abitato di Montelanico. Altra opportunità di riempire le borracce nel grande fontanile ex lavatoio del paese: km 20. Sempre qui avremo il primo ristoro con marmellate e altri sfizi. “Benvenuti a Carpineto Romano” che troverete stampato su un cartello non vi segnalerà la fine dell’ascesa, quindi non rilassatevi troppo e preparatevi per continuare a spingere sui pedali. Superate il bivio per il centro storico e proseguite verso destra continuando a salire. Ancora qualche kilometro di falsi piani fino alla fontana con la Madonnina. Potete iniziare a mettervi lo smanicato per buttarvi nella lunga discesa verso Maenza, che sarà visibile alla vostra sinistra intorno al km 47. All’incrocio con la strada provinciale Madonna dei Martiri si prosegue dritti sempre su via Carpinetana. Terminata SR 609 carpinetana si svolta a sinistra in direzione Roccasecca dei Volsci al km 50. Dopo appena 2km si svolta a destra dove c’è l’insegna per l’abbazia di Fossanova che purtroppo non raggiungeremo. In prossimità della rotonda che incontreremo si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Roccasecca. Iniziate a preparare le gambe per un breve tratto di salita. Poco prima del primo tornante, al km 55 circa, c’è una stradina sulla destra che vi farà perdere quel poco dislivello fatto in quei pochi minuti: prendetela. Iniziano da qui in serie tutte strade di campagna deserte e molto simili tra loro. Fate, quindi, attenzione ai cartelli per le svolte posizionati dall’organizzazione. Procediamo in Via Fornace da tenere fino al bivio al km 57 dove bisognerà svoltare a sinistra e successivamente a destra in Via La Selva. All’incrocio a km 59 si gira a destra prendendo Via Bagnoli, proseguendo dritti al successivo incrocio dopo neanche un kilometro. Passiamo sotto il ponte della superstrada e intanto la via è diventata Via Fontanelle e il comune quello di Sonnino, arrivando in zona Sonnino Scalo al km 61. Consigliato, qui, riempire le borracce perché la prossima fonte sarà nel ristoro di Sperlonga. A fine della strada con incrocio si gira a sinistra e subito la strada curva a destra su SP73 Via Consolare Scalo Ferroviario. Questa sarà la strada che ci porterà fin quasi al lungomare di Terracina, costeggiando la vecchia ferrovia. Nell’incrocio al km 65 continuiamo dritti su via Appia Antica. Passiamo nuovamente sotto la superstrada e al nuovo incrocio km 67 circa si va a sinistra. Proseguendo dritti la stazione di Frasso apparirà alla nostra sinistra. Con lo sguardo rivolto alle vette rocciose e che si sono avvicinate sempre più alla nostra sinistra continuiamo a pedalare su falsi piani passando nuovamente sotto la superstrada, senza mai lasciare la SP73. Al km 73 ci ritroviamo davanti a La Fiora, svoltiamo quindi a destra. La SP73 terminerà al km 77 dopo un bivio in cui procederemo sulla destra per poi sbucare sull’Appia Nuova che facilmente ci porterà fin sotto al Tempio di Giove guardando il mare. La prossima meta sarà Sperlonga che raggiungeremo tramite la Flacca seguendo le facili indicazioni stradali. Nel comune della cittadina si prende la ciclabile lungo mare girando a destra alla rotonda al km 98. Dopo 2 tornanti in salita si arriva al secondo ristoro posizionato al km 100 una fantastica terrazza sul mare dove sarà d’obbligo una foto. Qui inizia il vivo del giro: prendendo la strada provinciale Sperlonga-Itri inizierà un ascesa che non vi lascerà per molto tempo. La strada sarà molto facile da seguire poiché priva di bivi. Ci condurrà a scalare 4 paesi: Itri Campodimele, Lenola e Vallecorsa. Ak km113 prima conquista con Itri, in cui al primo bivio svolteremo a sinistra continuando a salire su Via Civita Farnese con direzione Campodimele che non raggiungeremo fin sopra ma continueremo su strada regionale 82. All’incrocio al km 135 si svolta a sinistra per Lenola. Dopo poco meno di 10km si supera l’ultimo abitato e si continua per Vallecorsa. La salita e i km fin qui sono molti ma manca ancora poco e potremmo impugnare nuovamente la piega bassa. Dopo un po’ di respiro e falsi piani dal km 155 inizia la vera discesa da Vallecorsa direzione Ceccano. Si segue SR637 fin nel comune di Ceccano dove alla rotonda al km 175 svoltiamo a sinistra per Via Monti Lepini. Le ultime pedalate verso Morolo ci fanno percorrere tutta Via Anime Sante passando i diversi incroci con semafori proseguendo dritti. Passati sopra la superstrada al km 179 si gira a destra su Via Morolense continuando a tenerla anche nella rotonda successiva svoltando a sinistra. Da lì si procede sempre dritti su SP11 fino all’incrocio per risalire a Morolo al km 189. Ultimissimi colpi di pedale per l’ultima breve ma molto intensa salita verso lo striscione.

 

MODALITÀ ISCRIZIONI ON-LINE del ciclista

 

Socio ARI

Il ciclista socio ARI, dopo essersi "loggato" viene riconosciuto dal server ARI che verifica che la data della visita medica depositata in DataHealth sia valida nella data del Brevetto (se fosse scaduta gli chiede di aggiornarla) e gli permette di iscriversi immediatamente, senza dover inserire i propri dati, procedendo al pagamento della quota di iscrizione scontata.


Non socio ARI

ARI e gli Organizzatori associati utilizzano il servizio DataHealth per la verifica e l’archiviazione dei certificati medici. 

Il sistema, prima di aprire la scheda iscrizioni chiede di inserire il proprio CODICE FISCALE per verificare su DataHealth se sei registrato e hai la visita medica valida. Si presentano perciò due casi:

- IL SISTEMA TROVA VISITA MEDICA VALIDA su DH Sei certificato perché a suo tempo hai già fatto la procedura di inserimento in DataHealth per un precedente Brevetto ARI o per una GF che lo aveva richiesto. Quindi PUOI PROCEDERE > si apre la scheda iscrizioni da compilare.

IL SISTEMA NON TROVA LA VISITA MEDICA VALIDA > NON sei certificato in DataHealth.
Per iscriverti ONLINE a questo o ad altri brevetti ARI.

  • dovrai registrarti e depositare il tuo certificato medico di idoneità in DataHealth con pagamento del costo servizio a DataHealth (2,80€)
  • oppure potrai decidere di diventare socio ARI (la procedura richiede un paio di giorni, vedi modalità e opportunità a questo link. In questo caso il costo per il deposito della visita medica è compreso nella quota associativa ARI di 10€) 

Resta comunque la possibilità di iscriverti sul posto portando la visita se l’organizzatore accetta questa modalità. 

Dopo aver caricato, comunque, la propria visita medica valida sul portale DataHealth, e e aver ricevuto da questi conferma di validazione (solitamente entro 24 ore) il Ciclista, rientrando nella scheda iscrizioni, POTRÀ PROCEDERE ALL’ISCRIZIONE: inserito il proprio codice fiscale, il server ARI verifica in DataHealth e a validazione avvenuta apre la scheda iscrizioni da compilare.

NOTE:

- I certificati ritenuti validi per legge per partecipare ad un BREVETTO Randonnée (distanze superiori a 70km o con dislivello medio superiore all 1% o con salite superiori al 6%) sono: CERTIFICATO MEDICO AGONISTICO PER IL CICLISMO o CERTIFICATO MEDICO PER ATTIVITÀ AD ALTO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE.

- Ovviamente, una volta caricato il proprio certificato medico su DataHealth non è più necessario ripetere la procedura per l’iscrizione ad altri Brevetti ARI.

- DATAHEALTH ha 24 ore (max 48h) per validare il certificato, quindi il ciclista resterà evidenziato nell’elenco iscritti come "ATTESA DI VALIDAZIONE" fintanto che il server ARI non riceve anche questa conferma.

- Il ciclista che si registra in DataHealth riceve, insieme alla mail di conferma di validazione del suo certificato, il QRcode contenente tutti i dati del certificato e l’attestazione di avvenuta validazione da parte di DataHealth. (vedi dettaglio)  Pertanto, qualsiasi organizzatore che utilizza il servizio DH con un semplice smartphone dotato di lettore di QRcode può verificare il possesso del requisito previsto.

ACCEDI/ASSOCIATI
ACCESSO SOCIO CICLISTA
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi
ACCESSO SOCIO ORGANIZZATORE
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi